FABBRICA DEGLI STRUMENTI

“L’uso di adeguati strumenti didattici è il perno della didattica SZ, grazie ad essi l’insegnamento assume un carattere di laboratorialità che si confronta con gli artefatti materiali ovvero con l’hardware. Il loro impiego permette di costruire attività differenziate e misurate, rispettando le diverse intelligenze, i diversi stili di apprendimento, i tempi e i bisogni di ciascuno, favorendo l’ancoraggio al concreto della dimensione astratta e simbolica attraverso, appunto, le fasi manipolatoria e iconica. L’esperienza sensoriale generata dal con-tatto con molteplici oggetti è capace di far nascere quelle esperienze significative che, attraverso la guida del docente, si strutturano in conoscenze e abilità".

(Orsi, A scuola senza zaino, Erickson, 2016, pag. 108)

 

"Gli strumenti didattici appartengono alla classe e le modalità d’uso sono costruite e condivise dal team docente e dagli alunni; è stimolata l’innovazione, la progettazione e l’introduzione di nuovi materiali anche con il contributo degli alunni. A tal scopo è nata la Fabbrica degli Strumenti che richiama nell’etimo scelto l’immagine dell’homo faber come artefice, capace di creare, costruire, trasformare l’ambiente e la realtà in cui vive, adattandola ai suoi bisogni. La Fabbrica degli strumenti, in concreto, è una struttura fisica a livello zonale dove sono collocati i prototipi di strumenti didattici di cancelleria, di gestione e di apprendimento corredati ciascuno da una scheda di presentazione. Gli strumenti di apprendimento sono divisi per i vari ordini di scuola, per ambiti disciplinari e per cicli. Inoltre è presente uno spazio dove sono allestiti diversi tipi di laboratori o "angoli" attrezzati con adeguati strumenti didattici. Lo scopo della Fabbrica è quello di promuovere la didattica laboratoriale, documentare idee e esperienze, sollecitando i singoli insegnanti e i team a riflettere sull'agito, a co-progettare i percorsi e a valutarli insieme. Inoltre la Fabbrica ha il fine di costruire una comunità di pratiche, favorendo lo scambio professionale fra docenti che si confrontano sulle modalità di scelta, di utilizzo e anche di costruzione degli strumenti didattici. Nella Fabbrica si raccolgono, si costruiscono si diffondono gli strumenti didattici adatti alle diverse esigenze il cui valore ed efficacia vengono testati e documentati.”

(Orsi, A scuola senza zaino, Erickson)

DOCUMENTAZIONE

{"first_class":"1","title":"DOCUMENTAZIONE","show_title":"1","post_type":"post","taxonomy":"category","term":"Fabbrica-degli-strumenti","post_ids":"","course_style":"recent","featured_style":"blogpost","masonry":"0","grid_columns":"clear1 col-md-12","column_width":"200","gutter":"30","grid_number":"6","infinite":"1","pagination":"1","grid_excerpt_length":"100","grid_link":"0","css_class":"","container_css":"","custom_css":""}
Loading ..
Niente più da caricare
top

CONTATTI

Istituto capofila della Rete Senza Zaino Istituto Comprensivo Statale "G. Mariti" Corso della Repubblica 125, 56043 Fauglia, Pisa Telefono 050650440 fax 050650723 Email: senzazaino.scuola.comunita@gmail.com
X